Oups, something went wrong

Sorry, access to this area is forbidden (Error 403)

Go back to the main site: spamcheckr.com

Modello Multibody-Fem di un robot a cinematica parallela

Vuoi un aiuto gratuito immediato per la tua tesi di laurea?

Collegati subito al sito : http://www.scriverelatesi.it/richiesta-di-supporto-per-tesi-di-laurea/

Tesi di laurea di Martino Lamacchia ABSTRACT: Lo scopo del lavoro è stato quello di sviluppare un modello del robot planare a cinematica parallela PKM 5R, pr…
Video Rating: 0 / 5


Scrivi nel box l'argomento o il titolo che ti interessa e clicca su "trova libri" per trovare i libri più interessanti ed attuali a riguardo !

Calcola il preventivo scontato al miglior prezzo per la tua tesi di laurea in soli 3 step!

Clicca subito qui : http://www.scriverelatesi.it/preventivo-tesi/

You can leave a response, or trackback from your own site.

151 Responses to “Modello Multibody-Fem di un robot a cinematica parallela”

  1. Daniele scrive:

    Bottiglia di Mariotte: riporta come è poossibile giungere alla relazione v=(2gh)1/2 dalle leggi della cinematica
    ODDIO CHE DEVO SCRIVERE??!

  2. Michele scrive:

    salve ragazzi ho bisogno di un aiuto per quanto riguarda fisica generale 1,sono al primo anno di ingegneria e devo ammettere che a differenza della matematica ho delle pessime basi di fisica inoltre il nostro professore non sa spiegare e nessuno non riesce a comprenderlo in classe e in più su 156 ragazzi della mia classe solo 3 hanno dato l’esame :s sono proprio disperato per questo vorrei chiedervi se conoscete qualche sito didattico riguardo la fisica,che spieghi con semplicità i vari argomenti,quelli classici della fisica 1 ossia:cinematica,vettori,dinamica,lavoro ed energia ecc.. a differenza del mio libro che è stato scritto dal professore…grazie in anticipo ;)

  3. Alex scrive:

    NON riesco proprio a capire questa cosa

    In cinematica si dice che si considerano nulle TUTTE le forze possibili ed immaginabili

    Quindi se io lancio un corpo verso l’alto, se trascuro la forza che il campo gravitazionale esercita sulla massa del corpo e se trascuro anche la resistenza dell’aria e se trascuro gli altri fenomeni che magari sto dimenticando di elencare, questo corpo non dovrebbe proseguire di moto rettilineo uniforme?

    Perché dovrebbe ricadere per terra dopo aver raggiunto una certa altezza h?

    Vi prego spiegatemi questa cosuccia ^^

    Vi voglio benissimo

    мσиуα
    C’è qualcosa che non quadra

    sembra che ognuno che risponde dice la sua opinione

    Nella cinematica non si parla della massa dei corpi e quindi non vedo perché debbano essere sottosti alla forza peso

    Però nel mio libro c’è una formula che dice che se lancio un corpo verso l’alto questo raggiunge una sua altezza massima e poi ricade.

    Perché dovrebbe mai ritornare indietro?

    Mi sembra assurda come cosa eppure sul mio libro ci sta anceh la formula per calcolare l’altezza massima che raggiunge il corpo

    Perché??????????

    aiutatemi a capire sta cosa entro stasera!
    è tutto il giorno che mi sto rincogliònendo per capire sta cosa ^^

  4. Alessandra scrive:

    Salve a tutti vorrei che mi deste degli esercizi di cinematica sul moto uniformemente accelerato da fare, dandomi anche il risultato finale (senza scrivermi il procedimento però).

    Ps: una curiosità: io so che la velocità iniziale è uguale alla velocità finale meno accelerazione fratto tempo, ma alcuni dicono che la velocità iniziale è uguale alla velocità finale meno accelerazione per il tempo, qual è la formula esatta?

  5. Stefania scrive:

    Mi è passata anche la voglia di studiare sta benedetta statica dei corpi rigidi :( Vabbè, conoscete eserciziari decenti sulla statica e cinematica dei corpi rigidi? Lavori virtuali per strutture isostatiche, diagrammi sollecitazioni e chi più ne ha più ne metta!

  6. Noemi scrive:

    Salve, mi rivolgo a persone esperte nella materia. Frequento ingegneria meccanica e sto iniziando a studiare fisica seriamente. Le mie conoscenze di analisi infinitesimale sono più che buone, però volevo chiedervi se quanto ho compreso è giusto, dal momento che il concetto di differenziale a proposito dell’operazione di integrazione non è stato spiegato. Innanzitutto, il simbolo di integrale rappresenta una somma di un certo numero di termini, giusto? Quindi, dire “integrale fra a e b di f(x)*dx” significa, praticamente, che sto sommando infiniti rettangolini di base infinitesima dx (da cui il misterioso simbolo dx che compare nell’operazione di integrazione) moltiplicati per le rispettive altezze f(x). E’ corretto quanto ho detto? Fatte queste premesse, nello studio della cinematica del punto compaiono questi simboli, per cui, non sapendo bene il significato di dx, mi sono venuti dei dubbi. Sappiamo che la velocita media di un punto in funzione del tempo, cioè Vm(t)=deltax/deltaT, dove x rappresenta lo spazio. Se ora calcoliamo il limite di questo rapporto incrementale, otteniamo la velocità instantanea Vi: Vi=lim(deltaT->0) deltax/deltaT=dx/dt. Il problema, ora, sorge nel calcolare la funzione x(t) nota Vi(t). L’integrale mi viene in aiuto per fare ciò. Innanzitutto, scrivo la formula di prima in modo diverso. Sapendo infatto che Vi=dx/dt, ho che Vi*dt=dx, che è un’equazione differenziale molto semplice. integrando ambo i membri, abbiamo che “integrale fra t0 e t di Vi*dt=integrale fra x0 e x di dx. Ora, quello che non ho capito bene è il significato fisico dell’integrale fra x0 e x di dx. Che vuol dire praticamente? Io vi dico quello che ho capito io: dx è un incremento infinitesimo di spazio, quindi calcolare “integrale fra x0 e x di dx” significa sommare successivi incrementi infinitesimi di aree del tipo 1*dx, a partire da x0 fino a x. In questo modo complicato, si ottiene deltaX, cioè x-x0. Qualcuno può confermare quello che ho detto. Grazie mille

  7. Claudio scrive:

    Domani ho due interrogazioni faccio il 1º…quella di fisica e di scienze mi interrogano fisica;dinamica,principi,formule e cinematica…scienze;atmosfera,meteo,moti millenari che dite ce la faccio in un pomeriggio???io memorizzo molto velocemente le definizioni….

  8. Alice scrive:

    esercizi di cinematica o moto rettilineo uniformemente accelerato
    moto composto, o traiettoria di un proiettile.
    gli esercizi me li potete inventare voi? o darmi dei siti furbi?

  9. Monica scrive:

    Salve a tutti vorrei che mi deste degli esercizi di cinematica sul moto uniformemente accelerato da fare, dandomi anche il risultato finale (senza scrivermi il procedimento però)

    Ps: una curiosità: io so che la velocità iniziale è uguale alla velocità finale meno accelerazione fratto tempo, ma alcuni dicono che la velocità iniziale è uguale alla velocità finale meno accelerazione per il tempo, qual è la formula esatta?

  10. Nicola scrive:

    Tra qualche giorno ho il compito di fisica sulla cinematica: moto rettilineo uniforme e uniformemente accelerato.. e sulla dinamica: forze, attrito, carrucole fisse, piano inclinato.. e mi servirebbero degli esercizi da fare oltre a quelli del libro.. me li potreste scrivere alcuni del vostro libro?? Grazieee :) (Con i risultati) 10 PUNTI!!!

  11. Giorgio scrive:

    A breve,purtroppo dovro sostenere l’esame di fisica per ingegneria.Credetemi ho letto e riletto il libro ma continuo a non acquisire alcuna sicurezza nella risoluzione dei problemi di cinematica e dinamica.Il vero problema e’ che una volta letto il testo dell’esercizio non riesco(quasi sempre)ad andare oltre.Mi date qualche breve consiglio su come impostare la risoluz dei vari temi..voi come procedete?grazie a tutti.buona giornata!

  12. Debora scrive:

    Salve, mi rivolgo a persone esperte nella materia. Frequento ingegneria meccanica e sto iniziando a studiare fisica seriamente. Le mie conoscenze di analisi infinitesimale sono più che buone, però volevo chiedervi se quanto ho compreso è giusto, dal momento che il concetto di differenziale a proposito dell’operazione di integrazione non è stato spiegato. Innanzitutto, il simbolo di integrale rappresenta una somma di un certo numero di termini, giusto? Quindi, dire “integrale fra a e b di f(x)*dx” significa, praticamente, che sto sommando infiniti rettangolini di base infinitesima dx (da cui il misterioso simbolo dx che compare nell’operazione di integrazione) moltiplicati per le rispettive altezze f(x). E’ corretto quanto ho detto? Fatte queste premesse, nello studio della cinematica del punto compaiono questi simboli, per cui, non sapendo bene il significato di dx, mi sono venuti dei dubbi. Sappiamo che la velocita media di un punto in funzione del tempo, cioè Vm(t)=deltax/deltaT, dove x rappresenta lo spazio. Se ora calcoliamo il limite di questo rapporto incrementale, otteniamo la velocità instantanea Vi: Vi=lim(deltaT->0) deltax/deltaT=dx/dt. Il problema, ora, sorge nel calcolare la funzione x(t) nota Vi(t). L’integrale mi viene in aiuto per fare ciò. Innanzitutto, scrivo la formula di prima in modo diverso. Sapendo infatto che Vi=dx/dt, ho che Vi*dt=dx, che è un’equazione differenziale molto semplice. integrando ambo i membri, abbiamo che “integrale fra t0 e t di Vi*dt=integrale fra x0 e x di dx. Ora, quello che non ho capito bene è il significato fisico dell’integrale fra x0 e x di dx. Che vuol dire praticamente? Io vi dico quello che ho capito io: dx è un incremento infinitesimo di spazio, quindi calcolare “integrale fra x0 e x di dx” significa sommare successivi incrementi infinitesimi di aree del tipo 1*dx, a partire da x0 fino a x. In questo modo complicato, si ottiene deltaX, cioè x-x0. Qualcuno può confermare quello che ho detto. Grazie mille

  13. Angelo scrive:

    mi è venuto in mente di associare la cinematica con la termodinamica.
    la seconda mi pare che dice che raggiungere lo zero assoluto è impossibile quindi non esiste un corpo assolutamente fermo ma:
    la cinematica dice che se ad una forza viene applicata una forza uguale e contraria la risultante è ZERO.
    quindi se quello che ho descritto nella cinematica avvenisse tra due molecole esse si fermerebbero no?
    quindi sarebbe da rifare tutta la fisica sperimentale o no?

  14. Nicole scrive:

    Chi mi definisce la visc.cinematica e la sua utilità? E perchè è più corretto porre lo strato limite proporzionale alla visc.cinematica e non solo a quella dinamica? So come si ricava la visc.cinemtaica e che non dipende dalla massa, ma gg fa nn ricordo bene ma il prof. di termodinamica ci ha spiegato che è altissima l’importanza della visc.cinematica rispetto a quella dinamica.

  15. Pietro scrive:

    Cinematica , raga chi mi aiuta su degli esercizi di cimematica AIUTOOOOO 10 punti al migliore?
    Devo fare degli esercizi di fisica sulla cinematica per le vacanze ed alcuni nn mi sono venuti ki mi aiuta .

    PROBLEMA 1

    Un ciclista percorre il tragitto Castelfranco Bassano , pari a 24,5 km , in 51 minuti e al ritorno , passando per San Zenone e Loria , percorre 30,0 km in 68 minuti
    a) Calcola la velocità media all’andata e al ritorno on (m/s)

    b)Calcola la velocità media all’andata e al ritorno in (km/h)

    c)Calcola la valocità media sull’intero percorso , di andata e ritorno , in (m/s)

    PROBLEMA 2

    Nella tabella sono riportati i valori della velocità di un ogetto che si muove di moto uniformemente accelerato

    TABELLA
    tempo (s) 0 15 20 45 0 55

    spazio (m/s) 20 29 32 47 50 53

    a) Rappresenta in un grafico (t,v) la tabella riportata

    b)Verifica che su tratti di un moto con accelarazione costatante calcolando la accealarizione in diversi intervalli di tempo ( almeno 2)

    c) Scrivi la legge della velocità

    d) Scrivi la legge oraria assumendo S0=0m

    e)Calcola lo spazio percorso nell’intervallo di tempo ti=15s tf=20s

    PROBLEMA 3

    Nell’istante in cui la sfera 1 esce dal piano con velocità orizzontale pari a 1,5 m/s la sfera 2 viene lasciata libera di cadere sotto l’azione della sola forza di gravità .
    d= 0,9 m
    | ………………………………….…
    0———-> Ve0=1,5 m/s 0
    |
    |
    | h = 2,0 m
    |
    |
    |
    |
    |
    |
    |
    ————————————

    b) Dopo quanti secondi cadono a terra le due sfere

    c) Verifica se le due sfere , date le rispettive condizioni iniziali del moto , si incontrano
    Grazie , mi potreste fare gli altri 2 PLEASE

  16. Giovanni scrive:

    Una particella è sottoposta a due spostamenti. Il primo ha
    modulo di 150 cm e forma un angolo di 120° con l’asse x positivo. Lo
    spostamento risultante ha un modulo di 140 cm ed è diretto con un
    angolo di 35° rispetto all’asse x positivo. Trovare il modulo e la direzione
    del secondo spostamento. [ |s| = 1.96 m, ϑ = 14.6°]
    Cinematica

  17. Vanessa scrive:

    Come si dimostra che un vincolo in una struttra non è essenziale, cioè è sovrabbondante (o iperstatico))?
    Per definizione, dovrei scrivermi la matrice di compatibilità cinematica e vedere che la riga corrispondente non è linearmente indipendente dalle altre… ma non c’è un metodo più rapido?

  18. Claudio scrive:

    Cerco delle belle sinfonie di musica classica o cinematica che tendano ad essere talmente toccanti da far venire “la pelle d’oca”, ma che allo stesso tempo non siano tristi, ma che vi suscitano maggiormente emozioni (indifferentemente dal fatto che siano positive o negative).

    In breve cerco in breve una specie di classifica delle canzoni che “vi procurano la pelle d’oca”,in senso positivo.

    (il chiar di luna di bethoven ne è un’esempio, dunque non serve che siano neccessariamente cose “complicate”)

    Vi ringrazio in anticipo…

  19. Debora scrive:

    Faccio il secondo anno di ITIS Elettrotecnica e mi serve sapere la definizione di Cinematica per fisica!!

  20. Claudio scrive:

    Mi servirebbe anche sapere come Galileo sia arrivato alla seconda legge della cinematica e alla concezione del moto inerziale. Grazie

  21. Veronica scrive:

    Si consideri nel contesto della cinematica il seguente problema di cauchy

    [x'(t) = v(x(t))
    {x(t0) = x0

    La funzione velocità v(x(t)) è funzione della posizione che è funzione del tempo. Un bel casino perché in genere è nota v(t) e non v(x(t))

    [ovvero v(x(t)) è una funzione incognita perché è una funzione composta v(t) ° x(t) e ovviamente x(t) è incognita]

    Come faccio a risolvere l’equazione e trovare l’espressione analitica della funzione posizione x(t)?

    se avessi solamente v(t) si risolve banalmete col teorema fondamentale del calcolo integrale ma in questo caso come faccio?

    COME trovo l’espressione analitica ESPLICITA della funzione posizione x(t) ?

  22. Elena scrive:

    Due treni viaggiano in linea retta da parti opposte alla velocità di 34 km/h. Un uccello, che può volare alla velocità di 58 km/h, parte da uno dei treni quando questi si trovano alla distanza di 102 km e vola incontro all’altro treno lungo la stessa linea. Raggiunto l’altro treno, inverte il suo moto e vola incontro al primo treno, e così via. Quanti voli fa l’uccello prima di fermarsi?

    Io non so nemmeno da dove cominciare, e pensare che ho sempre creduto che la cinematica fosse la parte + semplice della fisica…!
    Caro Alessandro, purtroppo sono proprio sicura! :(

  23. Stefano scrive:

    Allora,soffrendo di allergia,spesso starnutisco in macchina.Per le leggi della cinematica,la velocità dello starnuto va sommata a quella dell’automobile…
    SECONDO VOI E’ POSSIBILE CONTESTARE LE MULTE CHE MI STANNO ARRIVANDO OGNI GIORNO PER ECCESSO DI VELOCITA’ OPPURE NON E’ POSSIBILE?
    E SOPRATTUTTO…SE è LO STARNUTO AD ACCELERARE,PERCHE’ L’AUTOVELOX NON RILEVA LA TARGA DELLO STARNUTO,MA QUELLA DELLA MIA AUTO????
    AIUTATEMI….

  24. Elena scrive:

    volevo chiedere se avevate esercizi di meccanismi piani su cui eseguire
    l’analisi statica e cinematica o se conoscete qualche sito o fonte su internet dove recuperarli.. è abbastanza urgente!! grazie!

  25. Erika scrive:

    Salve a tutti, vorrei, per favore, che mi scriviate degli esercizi di cinematica (o li prendete da qualche libro/internet, o li inventate) e scrivete anche la soluzione

  26. Paola scrive:

    ciao, ho provato a cercare su google appunti o dispense per fisica generale quindi cinematica, dinamica, termodinamica e anche elettricità ed elettromagnetismo ma non trovo niente che faccia al caso mio, ho già una buona infarinatura e avrei bisogno del programma in circa una cinquantina di pagine con esercizi svolti e dettagliati… è utopia lo so ma magari esiste! aspetto suggerimenti! grazie mille

  27. Alberto scrive:

    Ero intento al ripasso di alcuni concetti della cinematica classica, e mi si era presentata alla mente una certa analogia con le linee di campo (elettriche e gravitazionali).

    Il mio testo definisce la traiettorie di punto materiale nello spazio come la curva (univocamente determinata) continua che collega tutti i punti dello spazio occupati dal corpo durante il suo moto.
    Ebbene mi chiedevo se non si potesse, in fondo, approntare una definizione analoga: la traiettoria non è in fondo quella curva ideale che ha per tangente in ogni punto la direzione del vettore posizione? o sbaglio?
    @ mq, potresti offrire una brevissima giustificazione teorica della tua affermazione? Giusto per comprendere meglio. Grazie

  28. Giovanni scrive:

    Ciao a tutti sto facendo confusione sul come fare a scegliere il vincolo che sta sull’asse di simmetria di una struttura simmetrica caricata simmetricamente/antisimmetricamente…devo prendere il concio che sta su quell’asse e poi? Devo guardare tutta la struttura per l’analisi cinematica o no?

  29. Noemi scrive:

    Ho bisogno di aiuto con 2 problemi: 1 sulla cinematica e 1 sulla dinamica newtoniana perchè non ho capito molto su questi 2 argomenti e sarebbe fantastico capire almeno come si svolgono..
    1)Cinematica
    Da un punto A distante (l=10 m) dal bordo B del tetto orizzontale di un edificio viene lanciata , verso il bordo, una sferetta con accellerazione (a= 5m/s^2). l’edificio è alto (h=44,1m) e la sferetta parte da ferma.
    Determinare:
    – la posizione in cui la sferetta colpisce il suolo Xg
    – il modulo della velocità Vg di impatto sul suolo
    – il tempo totale che la sferetta impiega dalla posizione di partenza al punto di impatto sul suolo.

    2) DINAMICA

    Due corpi di massa m1= 1kg e m2= 5kg sono collegati da una fune inestensibile e di massa trascurabile.Il piano su cui è posta la massa m1 è liscio nel tratto AB, lungo 0,5 m, e non liscio nel tratto BC,con coefficiente di attrito dinamico m0 = 0,1. Se la massa m1 viene lasciata libera di muoversi con velocità iniziale nulla, si calcoli:
    – la tensione della fune e l’accellerazione del sistema nel tratto AB
    – il tempo impiegato dalla massa m1 a percorrere il tratto AB
    – la velocità Vb della massa m1 nel punto C, dopo aver percorso un tratto Dl= 2m

    ecco fatto, mi basta anche una semplice spiegazione se non avete voglia di risolverli, è davvero importante perchè vorrei almeno capirli, grazie mille in anticipo, 10 punti assicurati a chi risponde :D

  30. Valerio scrive:

    Ciao a tutti,ho un problema.. Faccio il 2° Liceo Scientifico e sto studiando Dinamica e Cinematica in Fisica. La Prof ci ha spiegato come risolvere i problemi con la Trigonometria e con la Geometria,ma non è che ci ho capito molto e dato che sul libro di Fisica non c’è nulla del genere speravo di trovare qui qualcuno che mi spiegasse il tutto :)

    Grazie in anticipo.

  31. Arianna scrive:

    Si consideri nel contesto della cinematica il seguente problema di cauchy

    [x'(t) = v(x(t))
    {x(t0) = x0

    La funzione velocità v(x(t)) è funzione della posizione che è funzione del tempo. Un bel casino perché in genere è nota v(t) e non v(x(t))

    [ovvero v(x(t)) è una funzione incognita perché è una funzione composta v(t) ° x(t) e ovviamente x(t) è incognita]

    Come faccio a risolvere l’equazione e trovare l’espressione analitica della funzione posizione x(t)?

    se avessi solamente v(t) si risolve banalmete col teorema fondamentale del calcolo integrale ma in questo caso come faccio?
    Come pensavo. E per esplicitare x(t) come faccio?

  32. Lisa scrive:

    Nel bando che ho scaricato sono elencate le materie e gli argomenti che dovrei studiare per accedere ai test e alla facoltà. Ma tra questi elenchi mancano alcuni argomenti a mio parere fondamentali. Ad esempio in fisica, per quanto riguarda la meccanica, sono richieste solo le conoscenze in cinematica e qualcosa in dinamica! Ma il bando non cita né la statica nè alcuni argomenti della dinamica. Devo farli comunque? O devo attenermi agli argomenti scritti nel bando?

  33. Alice scrive:

    Ho provato a risolverlo applicando le leggi della cinematica: Achille: s=vA per t; tartaruga: s=1 metro+1/10 vA per t; per la proprietà transitiva dell’uguaglianza vA per t=1 m+1/10vA per t. Il problema è: esiste un tempo t in cui Achille e la tartaruga si incontreranno? Per risolverlo si assume t come incognita e si trova: vA per t-1/10vA per t=1 m; 9/10 vA per t = 1 m; t=10 m/9 vA. E’ possibile che il paradosso sia così semplicemente risolvibile? Cosa c’è che non va?

  34. Caterina scrive:

    che tratti questi argomenti:
    -1. Le misure
    -2. Cinematica
    -3. Dinamica
    -4. Meccanica dei fluidi
    -5. Termologia, termodinamica
    -6. Ottica e acustica
    -7. Elettrostatica ed elettrodinamica

  35. Nicole scrive:

    Vorrei sapere se questo programma di chimica e fisica del primo anno di scienze geologiche è fattibile o proprio impossibile per uno studente che alle superiori non ha mai fatto chimica e fisica. Quante percentuali ci sono di riuscire a svolgere questo programma per un principiante inesperto?

    La Materia. Introduzione ai concetti fondamentali. Stati di aggregazione della materia e composizione chimica (miscele omo- ed eterogenee, composti molecolari e ionici, elementi-atomi). Tavola periodica (ordine e posizione degli elementi). Legge della conservazione della massa. Equazioni e reazioni chimiche. Pesi atomici, molecolari, unità di massa atomica, mole, Numero di Avogadro.
    Struttura atomica. Atomo di Bohr. Il principio di indeterminazione. Atomo di idrogeno. Atomi a più elettroni. Orbitali atomici. Il principio “aufbau” e la tavola periodica. Proprietà periodiche.
    Legame chimico. Il legame ionico. Il legame covalente. Teoria VSEPR e geometria delle molecole covalenti. Teorie moderne del legame covalente. Cenni al legame nei composti di coordinazione.
    Stati della materia.
    Gas: Leggi dei gas ed equazione di stato dei gas perfetti e dei gas reali. Miscele gassose e legge di Dalton. Cenni alla teoria cinetica dei gas.
    Liquidi: Interazioni deboli e legame ad idrogeno. Proprietà dei liquidi (Densità, viscosità, tensione superficiale). Soluzioni e concentrazione delle soluzioni. Solubilità, legge di Henry, legge di Roult, proprietà colligative.
    Solidi: ionici, covalenti e molecolari. Relazione tra energia reticolare, energia di idratazione e solubilità.
    Trasformazioni della materia.
    Termodinamica chimica: primo, secondo e terzo principio della termodinamica. Funzioni termodinamiche ed equilibrio. Diagrammi di stato di H2O e CO2.
    Equilibrio chimico: lo stato di equilibrio. Principio di Le Chatelier – Brown. Costanti di equilibrio. Equilibri acido-base in soluzione acquosa. Equilibri di solubilità e di complessazione.
    Elettrochimica: Bilanciamento delle reazioni di ossido-riduzione. La serie elettrochimica. La legge di Nernst. Predizione degli andamenti di reazione. Elettrolisi.
    Cinetica chimica: velocità e ordine di reazione. Meccanismi di reazione. Urti efficaci ed energia di attivazione. Equazione di Arrehenius. Catalisi.
    Chimica inorganica descrittiva.
    Cenni alla chimica degli elementi e dei composti dei blocchi s, p e d.
    Nomenclatura chimica.

    Le grandezze fisiche. Le unita` di misura e il Sistema Internazionale. CINEMATICA DEL PUNTO. La cinematica nel caso unidimensionale. I vettori di spostamento e le operazioni su di essi. Il moto rettilineo uniformemente accelerato, armonico, circolare uniforme. La cinematica piana e cenni al caso tridimensionale. LA DINAMICA DEL PUNTO MATERIALE I tre Principi della dinamica. Applicazioni: ali e vele, il piano inclinato, il moto dei gravi, la macchina di Atwood. L’attrito statico, dinamico, la resistenza nei fluidi. La statica del punto materiale. la molla, il pendolo semplice, l’isocronia delle piccole oscillazioni. Lavoro, potenza, teorema dell’energia cinetica, lavoro delle forze d’attrito, dei vincoli lisci, della forza peso, della molla. Forze conservative. L’energia potenziale, l’energia meccanica e la sua conservazione. La relazione tra energia e forza nel caso unidimensionale, il grafico dell’energia potenziale, le regioni accessibili e inaccessibili, i punti d’equilibrio e la stabilita`. La cinematica e la dinamica relativa, le forze apparenti, d’inerzia, centrifuga, cenni a quella di Coriolis. La statica nei sistemi non inerziali. Il campo gravitazionale, la sua energia potenziale, il principio di equivalenza. La dipendenza dell’accelerazione di gravita` dalla latitudine.
    LA DINAMICA DI ALCUNI SISTEMI E DEL CORPO RIGIDO La quantita` di moto di un punto e di un sistema. L’impulso di una forza. Il centro di massa. La prima equazione cardinale della dinamica dei sistemi. Il momento d’inerzia rispetto a un asse, il moto rotazionale e la seconda equazione cardinale della dinamica dei sistemi nel caso di un corpo rigido e di un sistema articolato girevoli intorno a un asse fisso. Il momento angolare e la sua consevazione in codesto caso, applicazione alla rotazione della Terra e alla durata del giorno. Il lavoro e il teorema dell’energia cinetica in una rotazione, applicazioni varie (caso del pendolo composto). La statica dei corpi rigidi girevoli , le leve. Il pendolo composto e le piccole oscillazioni. La legge della gravitazione universale, le leggi di Keplero e la deduzione della treza di esse. LA FLUIDOSTATICA Il gradiente, le sue proprieta` geometriche, applicazione alla lettura dell’immersione di uno starto con la bussola per geologi. I continui, le forze di volume e di supoerficie, gli sforzi, la pressione. I fluidi. L’isotropia della pressione nel fluido in equilibrio. La forza di pressione per unit`a di massa, l’equilibrio del fluido pesante e uniformita` delle grandezze fisiche sulle superfici equipotenziali nel caso del fluido in equi

  36. Domenico scrive:

    Considerando la cinematica di un corpo, l’analisi del jerk -o dello strappo (per intenderci, la derivata dell’accelerazione)- risulta ridondante? oppure può dare informazioni aggiuntive? E nel caso, di che tipo?

  37. Roberta scrive:

    Volevo sapere, per una questione di studio, a quale branca appartengono questi argomenti:

    -i principi di conservazione di massa, quantità di moto, momento della quantità di moto e energia
    -il concetto generale di energia, lavoro e potenza
    -la relatività galileiana
    -il concetto di pressione, il principio di Pascal,Stevino,Archimede
    -la gravitazione e leggi di Keplero

    Si tratta sempre di meccanica classica, ma vorrei essere più specifico e dire per esempio se si ta parlando di cinematica, dinamica, statica o qualcos’altro. Meccanica è troppo vago.

    Le ultime due credo possano definirsi idrostatica (pressione) e astrodinamica,(gravitazione) ma non ne sono sicuro. Per le altre non ne ho proprio la più pallida idea.

  38. Jacopo scrive:

    Qualcuno mi può fare l’analisi cinematica di questa struttura e dirmi se è labile? Sarebbe meglio se riuscite a farmi la foto della soluzione (che immagino sia veloce da fare se si sa come) ma va bene anche spiegata a parole grazie mille.
    http://imageshack.us/photo/my-images/593/ubl9.jpg/

  39. Antonio scrive:

    Un sasso è incastrato nel bordo pneumatico di raggio R, l’auto viaggia a V costante e la ruota rotola senza strisciare. Scrivere l’equazioni del moto del sasso x(t) e y(t), supponendo che all’istante t=0 il sasso tocchi la strada e calcolare il raggio di curvatura nel punto più alto della traiettoria. Max punti a chi mi risponde

  40. Fabio scrive:

    Argomenti:cinematica e dinamica in generlae
    fluidi
    termodinamica (e macchine)
    circuiti e campo elettrico in generale

    grazie

  41. Mirko scrive:

    devo preparare un o piu’ argomenti a piacere di fisica uno(cinematica e termodimanica) per un esame… chi mi da suggerimenti?? grazie mille

  42. Giovanni scrive:

    Che differenza c’è tra questi due termini?

  43. Alice scrive:

    Salve, nella formula fondamentale della cinematica del corpo rigido vP=vQ+w x QP, quali sono le incognite e quali i termini noti? Grazie!

  44. Gabriele scrive:

    ho l’esame a settembre

  45. Alessio scrive:

    Sommando due forze, applicate allo stesso punto, di intensità 1N e 2N, con le rette di
    applicazione inclinate di 15
    rad, si ottiene una forza di intensità pari a:
    (a) 2. 8699N;
    (b) 2. 2361N;
    (c) 8. 2361N;
    (d) 5.0N;
    (e) 3 N;

    spiegatemelo bene…

  46. Ilaria scrive:

    Da un piccolo aereo che vola orizzontalmente con una velocità di 55 m/s viene lasciato
    cadere un pacco che deve giungere su un tetto di un piccolo edificio. L’altezza dell’aereo è h =
    12.5 m rispetto al tetto dell’edificio. Calcolare la distanza orizzontale dell’aereo dall’edifico a
    cui il pacco deve essere lasciato cadere dall’aereo e il modulo della velocità con cui il pacco
    giunge sul tetto. Come si svolge? ho imposto Vot-1/2gt^2=12,5 per trovarmi il tempo e poi applicarlo in Vot=X (distanza orizzontale dall’edificio) ma non esce :

  47. Valeria scrive:

    Calcola l’energia cinematica di un elettrone che si muove in un tubo luminoso al neon con la velocità di 1,2 per 10 all’ottava m/s. La massa dell’elettrone e 9,1 per 10 alla meno 31 kg. Se gli elettroni fossero in numero 10 alla 30 quanto sarebbe l’energia cinetica totale ??

  48. Claudio scrive:

    Qual è la differenza tra cinematica e dinamica? risp grazie!

    Accendete stellina!

  49. Laura scrive:

    Immaginiamo di voler colpire con un fucile una mela appesa a un albero e supponiamo che questa mela si stacchi dal ramo esattamente nell’istante in cui parte il proiettile, secondo la fisca la relazione che lega questo fenomeno si riduce all’uguaglianza tra: il rapporto tra le componenti di Vo= velocità iniziale (Voy/Vox) e il rapporto tra le coordinate della mela rispetto agli assi cartesiani (Yo/Xo).
    Quindi vale:

    Voy/Vox = Yo/Xo

    questi due rapporti però sono rispettivamente: la tangente dell’angolo che Vo forma con l’asse x, e la Tg dell’angolo formato dalla congiungente la posizione della mela e l’origine, rispetto all’asse x.
    Dovendo essere uguali significa che devo sparare esattamente nella posizione della mela.

    Precisazioni: l’origine degli assi è fissata nel punto di partenza del proiettile; questa relazione implica che le traiettorie dei 2 oggetti si incontrino e nel medesimo istante.

    Devo sparare mirando esattamente alla mela per colpirla, anche se questa si stacca?
    il moto del proiettile è parabolico per l’azione della gravità, e per quanto riguarda il tempo che impiega il proiettile, nelle condizioni iniziali si deve porre che l’evento si verifichi nello stesso istante , cioè che il proiettile e la mela abbiano la stessa posizione nello stesso istante.

    Si consideri punto A(0;0) la posizione del fucile, il punto B(Xo;Yo) la posizione della mela. i moti risulteranno:
    Ya=-1/2gt^2+Voyt
    Xa=Voxt

    Yb=-1/2gt^2+Yo
    Xb=Xo

    si ha Ya=Yb e Xa=Xb(=Xo)
    ricavando il tempo dal moto Xa e sostituendolo in Ya si ottiene:
    Voy/Vox*Xo=Yo ovvero il rapporto che ho già presentato.
    Il proiettile e la mela devono passare dal solito punto nello stesso istante, ma si vede il punto di partenza del proiettile e il punto d’incontro con la mela stanno su una retta… quindi il problema rimane… il proiettile ha un moto rettilineo anche se agisce la forza di gravità…
    Secondo l’equazione sono prefissati i punti in cui deve passare il proiettile ma se la direzione della velocità è sulla retta passante per A e B ciò significa che il proiettile deve avere un moto rettilineo… deve passare per forza in quel punto che forma una retta con la direzione della velocità iniziale…

  50. Gianluca scrive:

    Un punto materiale `e vincolato a muoversi su una circonferenza di raggio r = 1m. Lo spostamento
    rispetto ad un’origine arbitraria scelta sulla traiettoria e’ s(t) = At2 con A = 5m·s^(−2). Determinare
    a quale istante l’accelerazione forma un angolo di π/4 con la velocit`a.
    (Ris: 1/p10 s)

  51. Claudia scrive:

    spiegate pure di cosa riguarda la materia etc.. 10 punti alla risp migliore =)

  52. Jacopo scrive:

    w le frasi prese da internet! quello sono capace anche io! speravo in una spiegazione con parole un po più “terra-terra” che mi aiutino a capire!

  53. Arianna scrive:

    Attento, non è il bungee jumping dove usano l’elastico; in effetti le variabili sono molte (altezza di lancio in primis). Mi interessa, in linea di massima, la velocità max che si raggiunge prima di aprire il paracadute e la vel. (circa costante?) quando il paracadute è aperto.

  54. Alberto scrive:

    salve ragazzi. sapreste rispondermi a queste 4 domande?
    cosa é un moto rettilineo uniforme
    cosa é un moto uniformemente accelerato
    cosa é la velocita media
    scrivi tutte le formule ke si possono usare nei problemi sulla cinematica
    grazie in anticipo. 10 punti al migliore

  55. Monica scrive:

    Da un dirupo alto 32.5 m lasci cadere verso il basso una palla con velocità iniziale di 11.0 m/s.
    Qual’è il suo incremento di velocità quando raggiunge la base del dirupo?
    Potreste spiegarmi usando la cinematica e le equazioni del moto uniformemente accelerato??
    Grazie
    ciaoo
    GRAZIE——- http://www.webalice.it/carlotn/PARTECIPAZIONE/PERISCOPIO/Esercizi/FIS/2010.10.27%20B.accelerato.insegue.vA.k.htm

  56. Debora scrive:

    mi potete spiegare in parole semplici che cos’è la cinematica ?

  57. Gabriele scrive:

    si consideri un’automobile in moto su una strada orizzontale con velocità costante v=80 km/h. il coefficiente di attrito tra gli pneumatici e il suolo è mu=0,6. verificare se l’automobile, senza che l’autista freni, riesca ad evitare l’impatto con un ostacolo posto a 50m.

  58. Luigi scrive:

    La ruota di una mola viene messa in rotazione con accelerazione angolare costante = 2 rad/s^2 per un tempo di 10 secondi, segue poi una fase di moto uniforme per un tempo t, quindi la ruota viene frenata uniformemente fino a fermarla, ancora in un tempo t: il numero totale di giri è 250.
    Quanto vale l accelerazione angolare nella fase frenante e qual è la frequenza del moto circolaree uniforme?

    Aiuto!!!Ne ho provate un bel pò!!!

  59. Leonardo scrive:

    un punto materiale è in moto rettilineo con legge oraria X (t) = 4 t^2 + 16,5 t. Determinare la velocità e l’ accelerazione istantanee nell’ istante t = 6,9 s

  60. Stefano scrive:

    Mi dite le formule della cinematica apparte
    V= delta S fratto delta T
    GRAZIE MILLE! :)

  61. Alessio scrive:

    Ciao a tutti, studio ingegneria meccanica e sto cercando un software per pc che mi permetta di simulare il movimento di un qualsiasi meccanismo. Sapete aiutarmi? Grazie

  62. Ilaria scrive:

    ragazzi vorrei sapere quali sono i concetti base della cinematica, non approfondite troppo per favore, mi servirebbero per i test d’informatica.

  63. Gianluca scrive:

    Aiuto! Mi hanno dato il debito a fisica e devo studiare la statica, la cinematica e l’idrostatica, datemi dei riassunti non troppo lunghi e mettete anche una esercizio. Grazie 10 punti e 5 stelle al migliore!!
    faccio il 1 superiore!

  64. Alex scrive:

    Qual è la differenza tra cinematica e dinamica? risp grazie!
    Quindi la cinematica spiega perchè avviene il moto
    mentre la dinamica descrive il moto giusto?

  65. Riccardo scrive:

    ciao ragazzi mi aiutate a fare la relazione sullla cinematica mi serve
    -lo scopo
    -materiali
    strumenti di misura
    -schema
    -svolginemnto (cosa volevo fare,come l ho fatto,cosa ho ottenuto)
    osservazioni
    conclusioni
    al migliore 10 punti!!!!!!!!!!!!

  66. Paolo scrive:

    Ciao aa tutti volevo sapere cosa scrivereste per l’analisi cinematica di un’asta con pattino in verticale (C.I.R. orizzontale infinito) in un estremo e un carrello nell’altro con asse verticale.
    grazie

  67. Alex scrive:

    Un auto parte da ferma con a=2.5 m/s” e arriva ferma un kilometro dopo al traguardo. Sapendo che frena con a=-3.8 m/s” trovare quanto tempo impiega.
    Non riesco a determinare una delle tre equazioni che servono! Voi come lo fareste?

  68. Enrico scrive:

    un corpo, lasciato cadere da fermo da una certa altezza, copre i 3/4 della distanza verso terra nell’ultimo secondo della sua caduta. calcolare
    a) da quale altezza cade
    b) qual’è il tempo totale di caduta
    GRAZIE

  69. Roberto scrive:

    La tua intelligenza ha portato a capire che io intendevo le leggi! Bravo! Mi complimento!
    Caro prof :-P
    Allora se ho capito bene le condizioni di equilibrio sono che sia le forze che i momenti devono essere uguali a zero! Grazie mille!

  70. Cristina scrive:

    Non riesco a capire le motivazioni delle risposte A e D (che sono quelle corrette).
    Il testo recita: La posizione di un corpo in moto lungo l’asse x è descritto dall’equazione in funzione del tempo t (in secondi): x=3m+(10m/s)t-(4m/s^2)t^2.
    Verificare la correttezza delle seguenti affermazioni:
    A) La velocità in t=0 è di 10m/s.
    B)L’accelerazione è sempre pari a 2m/s^2.
    C)La velocità media nell’intervallo di tempo tra t=1s e t=2s vale, in modulo, 3m/s.
    D)Il corpo è fermo quando ha raggiunto il punto di ascissa x=9,25m.
    E)La velocità è pari a quella iniziale e con segno opposto dopo un tempo di 10s.

  71. Claudio scrive:

    Un auto percorre un percorso di 60 km alla velocità media di 50 km / h. Un primo tratto di
    30 km è stato percorso alla più alta velocità media di 70 km / h. Qual è stata la velocità media
    (in km / h) nel secondo tratto di 30 km?
    (a) 18. 4
    (b) 38. 9
    (c) 50.0
    (d) 87. 5
    (e) 12. 5

    la risposta corretta data dal prof è la b). Chi mi aiuta nel procedimento???
    grazie 10 punti

  72. Alessandra scrive:

    Esercizio 11): Un’automobile parte da ferma e percorre un primo tratto
    rettilineo di 100 m con un’accelerazione costante di 8 m*s^-2, e subito dopo
    percorre altri 100 m con un’accelerazione costante di 4 m*s^-2. Calcolare la
    velocità raggiunta dopo i 200 m percorsi.

    Esercizio 12): Un’automobile parte da ferma con un’accelerazione costante
    di 1 m*s^-2 e percorre 100 m, dopo di che raddoppia l’accelerazione e percorre
    altri 100 m, poi raddoppia di nuovo l’accelerazione e percorre altri 100 m.
    Qual’è la sua velocità dopo i 300 m percorsi?

    Esercizio 13): Un punto materiale compie un moto circolare uniforme di
    raggio R = 10 m con velocità angolare w = 2 rad *s^-1. Calcolare la velocità
    scalare e l’accelerazione centripeta.

    Esercizio 14): Un punto materiale compie un moto circolare uniforme, per-
    correndo 1 giro in 4 secondi. Inoltre, l’accelerazione centripeta vale ac =
    85 m*s^-2. Calcolare la velocità scalare ed il raggio della traiettoria

  73. Roberto scrive:

    Ragazzi mi fate vedere come risolvete questi problemi, siccome non mi dà il risultato, non so se li ho fatti bene..magari confronto i miei risultati con i vostri..Grazie.

    1) Un punto si muove di moto rettilineo, partendo da fermo. Per i primi 10s (cioè da t=0 a t’=10s) il moto è uniformemente accelerato con accelerazione a’=3.1m/s². Dall’ istante t’ il moto diventa uniformemente decelerato con accelerazione a”, finchè nell’istante t”=22.4s il punto si ferma.
    Calcolare:
    a) Accelerazione
    b) Spazio percorso in totale.

    2)Un velocista corre 100m in 10s. Si approssimi il suo moto ipotizzando un’accelerazione costante nei primi 15m e poi una velocità costante nei restanti 85m.
    Calcolare:
    a) Velocità finale
    b) Tempo impiegato per percorrere i primi 15m
    c) Accelerazione nei primi 15m

    Grazie in anticipo…

  74. Emanuele scrive:

    In una gara due motociclisti stanno affrontando una curva uno dietro l’altro.
    Quello che sta avanti improvvisamente scivola, finendo fuori pista.
    Descrivi la traiettoria della motocicletta caduta come appare in una ripresa:
    -da una telecamera fissa;
    -dalla telecamera posta sulla motocicletta che insegue.

    Grazie in anticipo** solo risposte valide**

  75. Giovanni scrive:

    Cosa si intende per coordinate “intrinseche” di un sistema, nella cinematica del punto materiale? Spiegazione intuitiva del perchè si usano.

  76. Eleonora scrive:

    il mio libro dice semplicemente che una coppia cinematica è’ la parte dei membri nella zona di contatto reciproco’,ma secondo me ,benche il libro l’abbia scritto il professore dell’esame,è riduttivo e nn fa capire cosa sia veramente !
    ho visto gia su WIKIPEDIA quindi vi prego non linkate a defnizioni su quel sito!
    GRAZIEEEEEE!

  77. Nicola scrive:

    potreste postarmi qualke sito in cui vengono spiegate per bene e in modo chiaro i vari argomenti di cinematica?

  78. Giorgia scrive:

    potete farmeli capire?! è arabo per me! grazie mille :D

    1)un grave viene lanciato verso l’alto con una velocità di 100 m/s. trascurando la resistenza dell’aria, calcolare dopo quanto tempo esso raggiunge il punto più alto della traiettoria rettilinea verticale.

    2) un automobilista sta viaggiando sull’autostrada e il tachimetro indica 120 km/h. il contachilometri segna 32640 km. mette la macchina in folla e, quando è fermo, legge sul contachilometri 32644 km. quanto è durata la frenata?

    3) un’automobile mentre è lanciata alla velocità costante di 180 km/h è costretta a fermarsi. supponendo che occorrono 0,2 secondi affinchè i riflessi consentano all’autista di iniziare a frenare, calcolare lo spazio percorso dall’istante in cui il guidatore è costretto a fermarsi, nell’ipotesi che durante la frenata il moto sia uniformemente ritardato con decelerazione -10 m/s2

  79. Riccardo scrive:

    Due corpi viaggiano su due traiettorie rettilinee parallele. il corpo A si muove di moto rettilineo uniforme, il corpo B si muove di moto rettilineo uniformemente accelerato con verso parallelo ad A e accelerazione a=0.4m/s^2. Sapendo che i due corpi partono allo stesso istante da due unti distanti d e che il corpo A impiega t=10s per raggiungere il punto in cui è partito il corpo B, e che i due corpi si incontrano dopo t=15s determinare:
    a) velocità del corpo A sapendo che la velocità del corpo B 0m/s
    b)distanza percorsa
    Grazie

  80. Caterina scrive:

    Un auto è lanciata con velocità iniziale di 20 m/s lungo una salita inclinata di 45°.Calcolare la distanza percorsa prima di fermarsi usando sia le equazioni del moto unif. accelerato,sia quelle della conservazione dell’energia

  81. Leonardo scrive:

    In un moto piano la velocità iniziale è v(0) = (1i + 2j) m/s e dopo 2 s è di v(2s) = (-1i + 4j) m/s.
    Calcolare l’accelerazione centripeta.
    Per risolvere il problema ho provato ad applicare il teorema di poisson quindi ac=w*v (w=omega) ma non mi trovo dovrebbe uscire 1m/s^2. Avete qualche idea?? Grazie

  82. Gabriele scrive:

    Un giocoliere palleggia in aria 5 sfere con entrambe le mani.
    Ciascuna sfera sale di 2 metri al di sopra delle sue mani. Quanti lanci in aria compie approssimativamente ciascuna mano in un minuto?

  83. Alessandra scrive:

    Quesito1
    Due corpi si muovono lungo una traiettoria rettilinea. Sapendo che partono da fermi allo stesso istante e che uno dei due ha velocità costante di 10 m/s mentre l’altro ha una accelerazione di 0,46m/s2 calcola quanto tempo passa prima che i corpi si ritrovino nello stesso punto. A che distanza si trovano in tale istante dal punto di partenza? Qual’è la velocità del secondo corpo?
    Q2
    Una pietra viene lanciata verso l’alto imprimendogli una v iniziale di 9,0 m/s. Sapendo che tocca il suolo dopo. 4,0 secondi determina:
    L’altezza iniziale dal quale si trovava la pietra
    L’altezza massima raggiunta dalla pietra
    La velocità della pietra nel momento in cui tocca il suolo
    Grazie mille ragazzi 10 punti:)

  84. Roberta scrive:

    10 punti assicurati! Testo:
    Un corpo si muove con velocità v=20m/s diretta lungo le x positive e passa da x=10m a t=5s. Da tale istante sul corpo inizia ad agire una accelerazione costante, diretta lungo le x negative, di modulo 2m/s^2. L’ accelerazione agisce sul corpo per 15s. Dopo il corpo continua a muoversi con moto rettilineo uniforme. Fare i grafici in funz. del tempo, della v e della posizione del corpo, determinandone i rispettivi valori per t=20s.

  85. Erika scrive:

    Due punti si muovono sulla stessa traiettoria e nello stesso verso. Il primo punto si muove di moto rettilineo uniforme e all’istante t=0 s , occupa la posizione x1=3 m . Il secondo punto si muove con accelerazione costante e all’istante t=0 s occupa la posizione x2=0 m con v2=0 m/s. Sapendo che all’istante t=2 s i due punti si incontreranno e che in quel punto v2= 3v1
    Determinare:
    a) la velocità del primo punto.
    b) la accelerazione del secondo punto.

  86. Christian scrive:

    Un calciatore tira una punizione a una distanza D dalla porta, di altezza h: sapendo che il calciatore tira mirando a un dislivello h1 sopra la traversa, quanto deve valere la velocità iniziale del pallone affinchè esso colpisca la traversa??? N.B. il moto parabolico del pallone raggiunge l’altezza massima prima di colpire la traversa, per poi scendere e colpirla.

  87. Pietro scrive:

    sto studiando il moto del piano e sul libro dice che in un moto circolare è sempre presente l’accelerazione poi spiega l accelarazione centripeta ma io sia dal libro , che da wikipedia non ho capito nulla ho letto anche le domande sulla accelerazione centripeta che fecero tempo fa gli answerini ma non sono riuscita a capire un granchè
    potete darmi solo una definizione di accelerazione centripeta e nient altro?
    ho bisogno solo di sapere in sostanza che cos’è l accelerazione centripeta
    grazie mille

  88. Beatrice scrive:

    Ciao a tutti!!potete aiutarmi con qust problema?
    Il moto di un velocista durante una corsa di 50m può essere approssimato con un’accelerazione costante di modulo 3,7 m/s^2.Posto t=0 in corrispondenza dell’inizio della corsa ,si determini il tempo impiegato dal corridore per percorrere 5m e 10m.
    grz 1000 Mario!!sinceramente ank’io avevo pensato cosi solo ke a frenarmi è il dato iniziale di 50m che non utilizziamo…
    Hey Mario!!grazie ancora..ti ho aggiunto tra gli amici..come faccio a darti la migliore risposta?(ovvero 10 pnt)

  89. Giuseppe scrive:

    Una sfera metallica di massa 40g viene lanciata verso il basso con velocità iniziale Vo = 6m/s da un’altezza di 2m sopra uno strato di sabbia.
    La sfera penetra nella sabbia per un tartto di 8 cm prima di fermarsi.
    Mediante considerazioni energetiche determinare:
    – la velocità con cui la sfera entra nella sabbia;
    – la forza frenante esercitata dalla sabbia( si supponga che tale forza sia costante )

    • 0 – ½ m V2 = mgd – Fs d
    ≅ 19.2 N

    0 – (mgd + ½ mV2) = – Fsd
    ovvero lo stesso risultato: Fs = 19.2 N

    Ecco in entrambi i casi mi potete spiegare come devo ragionare?
    E mi fate vedere passo passo la soluzione.
    A me non viene quel risultato ma circa 2,80
    Perchè???

  90. Alex scrive:

    Un’auto parte da Venezia alle 9:30 e giunge a Milano alle 12:00 (270 km). Alle 13:00 inizia il
    ritorno e si ferma a Vicenza (70 km da Venezia) alle 14:30. Calcolare la velocità media fra
    l’istante in cui è partita da Venezia fino all’arrivo a Vicenza. [14km/h].

  91. Alberto scrive:

    Una palla è lanciata verso un muro distante d=7m, che colpisce all’altezza h=3m
    dopo un tempo t=1.25s. Determinare il modulo della velocità e l’angolo di lancio

  92. Nicole scrive:

    Il metodo delle catene cinematiche è appliccabile solo se la trave è labile? in cosa consiste precisamente?

  93. Mattia scrive:

    Un aereo di soccorso deve lanciare un sacco di viveri su un isolotto, sul quale si trovano dei naufraghi..
    Sapendo che l’aereo viaggia ad una quota di 500m e alla velocità di 360km/h, calcolare quanti metri prima di passare sulla verticale dell’isolotto, l’aereo deve sganciare il pacco al fine di centrare l’obiettivo (Si trascuri l’attrito)

  94. Serena scrive:

    Per inciso , gradirei poter leggere un ragionamento, non l’algebra pura.

    1) Una persona prima cammina a velocità costante v1 lungo una linea retta da A a B poi torna indietro da B ad A alla velocità costante v2. Qual’è la rapidità media dell’intero percorso? Qual’è la velocità media sull’intero percorso?

    2)Una lepre ed una tartaruga competo in una gara di corsa di 1.00 Km. La tartaruga mantiene, in linea retta la Velocità di 0.200 m / s. La lepre corre a 8.00 m/s verso l’arrivo per 0.8 km e poi si ferma a canzonare la tartaruga. La lepre, quanto può consentire alla tartaruga di avvicinarsi all’arrivo prima di riprendere la corsa e di vincere al photo- finish? (Quì è gradita una spiegazione quasi discorsiva)

    3)Un oggetto che si muove con un accelerazione uniforme ha una velocità di 12 cm/s nella direzione del’asse x positivo quando la sua coordinata x è 3 cm. Se la sua coordina x 2.00 secondi dopo è – 5.00 cm, qual’è la sua accelerazione?

    A buon rendere :)

  95. Domenico scrive:

    una persona salta da una finestra del quarto piano che dista 15 m dal telone dei pompieri. prima di arrestarsi causa un abbassamento del telone di 1m. qual’è l’ accelerazione media a cui è stato sottoposto il sopravvissuto mentre veniva rallentato sino ad arrestarsi?
    premetto che non cerco insulti solo una persona gentile che mi illustri il procedimento…yellow969 chi t’ha interpellato??se non vuoi rispondere non andare in giro a scassare le scatole agli altri…non ho scritto yellow969 fammi il problema ne ti ho invitato a leggere la mia domanda postata!
    il risultato è -150 m/s2

  96. Leonardo scrive:

    un’auto sta percorrendo un tratto di strada AB giacente su piano orizzontale da A a B. La strada è curvilinea e la lunghezza di AB è 120m.l’accelerazione tangenziale ha modulo costante di 0.6m/s^2 e verso opposto a quello della velocità. La velocità nel punto A è di modulo 16m/s. Sapendo che il raggio di curvatura della strada in B è 60m calcolare nel punto B il modulo della velocità e dell accelerazione.

  97. Erica scrive:

    Un’auto si muove ad una velocità v=100 km/h, inizia a decelerare in modo costante ad 1/10 dell’accelerazione gravitazionale. In quanto tempo t si arresta? Quanto spazio s ha percorso?
    quali formule usare ? potete scrivermi il ragionamento … lo devo spiegare a mia volta ad un’altra

  98. Mattia scrive:

    Un aereo, per potersi alzare da terra deve raggiungere la velocità di 300 km/h. Se la pista è lunga 2400 mt quale deve essere la sua accelerazione ?
    Quanto tempo impiega a percorrere tutta la pista ?
    I risultati dovrebbero essere 1,45m/s2 – 58 secondi ma non mi tornano.
    GRAZIE

  99. Michela scrive:

    Dalla cima di un piano inclinato di 16m e privo di attrito si lascia andare una cassa che raggiunge il fondo 4,2s dopo. Parallelamente, dal fondo del piano istante in cui parte questa prima cassa se ne lancia un’ altra su per la superficie inclinata con velocità tale che questa, riscendendo, giunga di nuovo in fondo simultaneamente alla prima.

    1. Trovare l’ accelerazione di ciascuna cassa nella direzione del moto; (1.8m/s^2)
    2. Qual è la velocità iniziale della seconda cassa? (3.8m/s)
    3. Di che distanza riesce a salire la seconda cassa? (4,0m)

    Per favore riesce qualcuno a farmi vedere i passaggi per risolvere questo problema?

  100. Arianna scrive:

    non capisco come si fa questo problema qulcuno può aiutarmi mandandomi il procedimento almeno vedo come fare gli altri?? grazie
    ” Di un moto rettilineo uniforme si sa che lo spazio percorso dal punto mobile all’ istante 5s è 100m e quello percorso all’ istante 10s è 110m. Scrivere la legge del moto.”

  101. Gaia scrive:

    Fra il treno A e il treno B c’è una distanza di 600 km.
    Il treno A viaggia a una velocità di 200 km/h, il treno B a 180 km/h.
    Il treno B parte 30 minuti dopo A.
    Quando i due treni si incontrano?

    In generale quando ho dei problemi di inseguimento, superamento o incontro qual è il procedimento da fare?
    Grazie mille in anticipo a chi mi sa aiutare!!!

  102. Nicolò scrive:

    una pallina rotolando sul pianerottolo imbocca la scala con una velocità di 1,5m/s. I gradini sono larghi 20cm e alti 20cm. Quale gradino viene colpito per primo dalla pallina?

  103. Alessandra scrive:

    si lascia cadere una palla da tennis da un’altezza di 4m dal pavimento e rimbalza fino all’altezza di 2m. se è stata in contatto con il suolo per 12ms qual è stata la sua accelerazione media durante il contatto?

  104. Erika scrive:

    Un sasso viene lasciato cadere in un pozzo a velocità iniziale nulla. Il suono del rimbalzo giunge all’osservatore 4,36 secondi dopo che ha lasciato cadere il sasso. Quanto è profondo il pozzo? (essendo nota la velocità del suono e ovviamente l’accelerazione di gravità)

    Ponendo l’origine del sistema di riferimento nel punto di partenza del sasso, con verso diretto verso g, sono giunto a due espressioni:
    h = ½ g (t_1)²
    h = − v_s (Δt − t_1)

    con h altezza del pozzo, v_s velocità del suono, t_1 tempo di caduta libera del sasso, e (Δt − t_1) tempo che ci mette il suono a raggiungere l’osservatore dal fondo del pozzo.

    Non riesco più a proseguire (ho qualche problema a risolvere il sistema)… oppure ho sbagliato qualcosa?
    @giuse: già, e quale velocità ci metto, dato che nel primo tratto non è costante, mentre diventa costante (e di verso opposto) solo una volta che ha toccato terra? -.-
    Ti sei forse scordato dell’accelerazione di gravità durante il moto dalla cima fino al fondo del pozzo? :S

  105. Monica scrive:

    Qualcuno potrebbe risolvere questo quesito presente nei test di Architettura dello scorso 10 Aprile ? Il nostro prof vuole farci esercitare su questo tipo di test ma a ma continua a dare un risultato diverso anche da quello che ci ha dato lui. Grazie a chi risponderà:

    Una ciclista accelera uniformemente a partire da una velocità iniziale di 3,0 m/s fino a raggiungere in 4,0 secondi una velocità finale di 5,0 m/s. Successivamente mantiene questa velocità per altri 6,0 secondi. Quale distanza è stata percorsa dalla ciclista durante i 10 secondi?

    Io ho semplicemente applicato la legge oraria del moto uniformemente accelerato, ma sembra non dia.

  106. Lisa scrive:

    Anna e Lucia abitano a 6km di distanza. Supponiamo che decidono di incontrarsi e partono dalle rispettive case in bici; Anna parte alle 16:18 a una velocità costante di 12 km/h, Lucia parte alle 16:24 ad una velocità costante di 18km/h.
    A che ora si incontreranno? E dove?

    Non riesco a farlo! Mi aiutate per favore? Grazie in anticipo

  107. Nicola scrive:

    All’interno di un autobus che si muove di moto rettilineo orizzontale
    uniformemente accelerato con a=10 m/s2 un passeggero lancia una moneta in alto, da
    un’altezza pari a hin=1.5 m. Sapendo che l’altezza del vano passeggeri è pari a hmax=3
    m, calcolare la velocità minima del lancio per cui la moneta tocca il soffitto
    dell’autobus. Si trascuri l’attrito dell’aria.

    l’equazione da utilizzare è x = x + vt + 1/2at^2 ma come faccio a trovare v se non ho il tempo??

    grazieeeee!!!!

  108. Caterina scrive:

    Un’automobile raggiunge partendo da ferma la velocità di 144 km/h in 40 s muovendosi con accelerazione costante.
    Dopo aver trovato l’accelerazione (che ho già trovato) mi chiede di calcolare il tempo che impiega per percorrere un km.
    Cm faccio?
    Grz…

  109. Alice scrive:

    RAGAZZI, LA PROF MI HA DATO QUESTI PROBLEMI ,,, LI HO FATTI MANN AVENDO LE SOLUZIONI VI CHIEDO GENTILMENTE I LORO RISULTATI….
    1. Un bambino su un balcone lascia cadere un sasso da un’altezza h=20 m. Allo stesso istante t=0 un suo amico che sta sotto il balcone lancia verso l’alto una sfera con velocita’ iniziale v0=10 m/s, esattamente sulla traiettoria del sasso. Dopo quanto tempo avviene la collisione tra il sasso e la sfera?

    2. Per determinare l’altezza di un ponte rispetto all’acqua del fiume sottostante, una persona lascia cadere un sasso, avente una massa di 120 g, e misura il tempo che occorre perché raggiunga l’acqua. Se il tempo misurato è 2,5 s, qual è l’altezza h del ponte?

    3. Volete disegnare un sistema di air-bag che possa proteggere il guidatore in uno scontro frontale a 100 Km/h. Quanto velocemente l’air-bag si deve aprire ( e gonfiare)?
    [Immaginate che la macchina, in un urto, si fermi in circa un metro, e quindi il tempo che avete a vostra disposizione per l’apertura dell’air-bag e il tempo che ci mette la macchina a frenare in un metro]

    4. Un pietra in caduta ci mette 0,28 s per attraversare una finestra alta 2,2 m. Da quale altezza sopra la finestra la pietra e’ partita?

  110. Serena scrive:

    A breve ho esame di fisica, ma ho problemi con esercizi di questo genere (anche se probabilmente sono semplici).
    Se c’è un ciclista (con un certo rendimento muscolare) che deve salire una collina di altezza h data; ho velocità massima e rendimento muscolare.
    come trovo
    -energia cinetica
    -lavoro muscolare
    -energia potenziale
    e magri altre cose che possono essere connesse ai dato che ho?

    ps: non ho i numeri, vi chiedo come potrei impostare e risolvere il problema :P
    mi hanno detto che a grandi linee ci sarà qualcosa su questo genere all’esame.. Ma non so altri dati purtroppo :(
    e se invece partissi con una certa velocità iniziale come posso impostare?
    grazie :P

  111. Beatrice scrive:

    Chiariamo che non devo fare i compiti, l’esercizio è già svolto ma non capisco il procedimento. Come l’avreste risolto voi?

    Un’auto viaggia a velocità uniforme 18,0 m/s. Nel momento in cui passa accanto a una macchina della polizia, questa inizia ad inseguirla con accelerazione costante 4,50 m/s^2. Dopo quanto tempo la raggiunge?
    Grazie a tutti quelli che non avranno niente di meglio da fare il sabato pomeriggio/sera :-)

  112. Debora scrive:

    un corpo di massa m si muove con velocità v verso destra su una superficie senza attrito
    Ad un certo istante di tempo urta elasticamente contro una molla di costante elastica k e massa nulla a cui è attaccato un corpo di massa m inizialmente a riposo
    La massima compressione raggiunta dalla molla è:
    a) (radice m/2k) v
    b) (radice 2m/k) v
    c) (2m/k)v
    d) mvk

    grazie anticipatamente

  113. Cristina scrive:

    due punti si muovono sulla stessa traiettoriaa nello stesso verso.
    il primo punto si muove di moto retilineo uniforme e all’istante t=0 occupa la posizione x=2m con velocità v=0m/s.
    sapendo che all’istante t=2s i due punti si incontreranno e che in quel punto v2=4v1 determinare
    a)la velocità v1
    b)l’accelerazione del secondo punto

  114. Valerio scrive:

    un’auto A che viaggia a 120 km/h dista 1000 m da B che invece viaggia a 100 km/h ( le due auto hanno lo stesso verso e viaggiano nella stessa direzione…quindi A dovrebbe tamponare B da dietro )
    dopo quanto le due automobili si incontrano?

  115. Noemi scrive:

    “Un’automobile,dopo aver percorso un tratto di strada con velocità costante per 8.0 minuti, inizia una frenata mantenedo l’accelerazione costante a1 = 12500.0 Km/h2. Se lo spazio percorso durante la frenata fino a fermarsi è di 0. 036 Km, quanti Km ha percorso l’ automobile prima di cominciare a frenare? ” Mi serve passaggio per passaggio, non sono convinto dei dati di a1, nel caso modificateli con 125 km/h2

  116. Roberto scrive:

    Sia un bersaglio situato ad altezza h, e distanza x dall’origine. Calcolare l’angolo e la velocità iniziale per colpirlo (moto del proiettile).
    Io ho pensato : data x la distanza e h altezza del bersaglio, considero x come base e h come la sua altezza.
    Dalla trigonometria ho che : tan(θ)=h/x
    Quindi θ=tan^-1(h/x) ed ho l’angolo del triangolo rettangolo.
    Ora dallo studio del moto del proiettile so che l’altezza massima è h=v^2⋅sin^2(θ)/2g e da questa formula ricavo la v..
    E’ corretta questa risoluzione? Ho provato a fare un pò di controprove ma non torna… Grazie ancora!!!

  117. Nicole scrive:

    Un’automobile di massa 900 kg percorre una curva circolare di raggio 500 m alla velocità v = 60 km/h. Calcolare la
    forza centripeta.
    0) nessuna risposta è giusta (esplicitare il risultato)
    1) 0.363 N
    2) 1 N
    3) 154 N
    4) 7.35 N
    5) 500 N
    6) 1.8 N
    7) 0.237 N
    8) 30 N
    9) 0.556 N

    Un corpo di massa m = 7 kg scivola lungo un piano inclinato di un angolo = 20, con coefficiente di attrito dinamico
    u = 0:1, da un’altezza di h = 1:5 m. Calcolare il lavoro fatto dalla forza di attrito.
    0) nessuna risposta è giusta (esplicitare il risultato)
    1) -19.3 J
    2) 9.68 J
    3) -6.6 J
    4) 3.08 J
    5) -9.68 J
    6) 14.4 J
    7) -28.3 J
    8) -3.52 J
    9) -10.3 J

    Una palla rotola su un tavolo di altezza h = 0:5 m con velocità v = 4:6 m/s. Calcolare la distanza orizzontale d dal
    bordo del tavolo a cui la palla tocca terra. Trascurare gli attriti.
    0) nessuna risposta è giusta (esplicitare il risultato)
    1) 1.84 m
    2) 2.3 m
    3) 9.2 m
    4) 19.7 m
    5) 5.37 m
    6) 42.3 m
    7) 13.5 m
    8) 3.13 m
    9) 1.47 m
    Una massa di m = 4 kg è sospesa a un lo lungo ` = 1:2 m. Inizialmente viene messa in oscillazione con un angolo
    massimo pari a i = 40. Dopo un certo tempo, l’angolo di oscillazione si è ridotto a f = 8. Calcolare l’energia
    dissipata per attrito (lavoro delle forze non conservative).
    0) nessuna risposta e giusta (esplicitare il risultato)
    1) 192 J
    2) 66.9 J
    3) 10.6 J
    4) 19.5 J
    5) 276 J
    6) 7.35 J
    7) 95.1 J
    8) 36.1 J
    9) 47.1 J

    Anche i passaggi grazie :-D Gentilissimi!!!

  118. Riccardo scrive:

    Un punto si muove su un piano orizzontale (x,y). Al tempo t0=0 si trova nell’origine del sistema di riferimento con una velocitá iniziale v0= 3uy m/s (uy versore dell’asse y). L’accelerazione é costante, a= 3ux m/s^2 ( ux versore dell’asse x). Calcolare al tempo t=2s:
    a) le coordinate della particella, b) le componenti della velocitá ed il suo modulo. Determinare inoltre: c) la traiettoria y(x) nel piano.

    Soluzioni:
    a) x= 6 m, y= 6 m;
    b) Vx= 6 m/s , Vy= 3 m/s , |V|= 6.7 m/s ;
    c) y^2= 6x

    Qualcuno mi potrebbe aiutare con questo problema?
    Non ho ben capito come impostarlo…
    Grazie in anticipo =)

  119. Lisa scrive:

    come faccio a convertire per es cm/min in m/s oppure hm/m in m/s?premettendo ke da km/h a m/s si deve dividere per 3,6, in questo caso come posso fare?? grazie =)

  120. Alice scrive:

    Un auto sta correndo nella nebbia e la visibilità è di 40m.
    La macchina frena con una decelerazione di 5m/s^2 e il tempo di risposta è di 0.5 s.
    A che velocità Vo max stava andando?

    a me risulta 81 m/s ma mi sembrano tantini :-) ringrazio in anticipo chi mi risponderà :-)

  121. Anna scrive:

    Un automobilista che viaggia a 100 km / h arresta bruscamente l’automobile in 8. 33 * 10^2 m.
    In seguito, mentre si muove a 200 km / h, l’automobilista arresta di nuovo l’automobile con
    la stessa decelerazione, fermandola dopo
    (a) 1.0 * 10^5 m;
    (b) 2.0 * 10^3 m;
    (c) 4.0 * 10^3 m;
    (d) 1.0 * 10^6 m;
    (e) nessuna di queste possibilità

    la risposta data dal prof è la c). chi mi aiuta nel procedimento? 10 al primo

  122. Debora scrive:

    Un autista sta viaggiando alla velocit`a di 30 m/s e vede sulla corsia un
    veicolo molto lento ad una distanza di 155 m che viaggia a 5 m/s. La
    strada `e scivolosa e l’auto rallenta imprimendo una decelerazione di -2
    m/s2
    . Avviene la collisione? Se s`ı, a che distanza?
    quindi nel caso la collisione nn fosse avvenuta avrei trovato un delta negativo???
    quindi nel caso la collisione nn fosse avvenuta avrei trovato un delta negativo???

  123. Erica scrive:

    Un auto si muove in autostrada a velocità costante di 100 km/h da Milano verso Roma . Nello stesso istante in cui parte l’ auto da Milano una seconda auto parte da Roma in direzione Milano alla velocità costante dfi 80 km/h. Se la distanza MI-Roma è di 650 km dopo quanto tempo si incontreranno le due auto e a quale distanza da roma . Quali sono le equazioni del moto delle due auto ??
    GRAZIEEEE !

  124. Lisa scrive:

    Non riesco a risolvere questo problema: Due automobili A e B si muovono l’una verso l’altra con moto rettilineo uniforme. Le velocità sono vA=20 m/s, vB= 25,7 m/s. All’istante iniziale, dal quale vengono misurati gli intervalli di tempo, le posizioni di A e di B rispetto a un osservatore O sono: AO=100m BO=350m. A procede verso destra, B verso sinistra. Dopo quanto tempo e a quale distanza da O si incontrano le due automobili?

    Grazie!

  125. Sofia scrive:

    Un’automobile con velocità iniziale pari 0, viaggia con un’accelerazione di 6 m/sec^2. Qual’è la sua velocità dopo 15 sec espressa in km/h?

  126. Domenico scrive:

    Due punti si muovono sulla stessa traiettoria e nello stesso verso. Il primo punto si muove di moto rettilineo uniforme e all’istante t=0 s , occupa la posizione x1=3 m . Il secondo punto si muove con accelerazione costante e all’istante t=0 s occupa la posizione x2=0 m con v2=0 m/s. Sapendo che all’istante t=2 s i due punti si incontreranno e che in quel punto v2= 3v1
    Determinare:
    a) la velocità del primo punto.
    b) la accelerazione del secondo punto.

    GRAZIE IN ANTICIPO!

  127. Cristina scrive:

    Chi riesce a risolvere questo problema? 10 pt al primo
    Un uomo lascia cadere dalla sommità di una torre un sasso di massa m = 0.5 kg. Dopo 5.36 s l’uomo
    ode il tonfo dovuto all’impatto del sasso con il suolo. Assumendo che la velocità del suono nell’aria
    sia di 340 m/s e l’accelerazione di gravità g sia 9.8 m/s2, si calcoli:
    (a) l’altezza della torre;
    (b) la velocità d’impatto del sasso con il suolo;

  128. Maria scrive:

    Ciao,
    come faccio a trovare l’accelerazione media di un punto che, da una velocità v0, si ferma in uno spazio L ed è soggeto in questo tratto ad una accelerazione a = nt?

    Grazie anticipatamente.
    @lorenzo, @lucanovi: Quelle formule valgono se l’accelerazione costante e comunque solo se si ha il tempo di frenata, mentre io ho lo spazio (quindi in caso di a=costante dovrei usare 2a(x-x0) = v^2-v0^2); Inoltre in quella di lucanovi mancano x0 e v0 che qui sono fondamentali.

  129. Arianna scrive:

    Un’auto viaggia a 50 km/h dopo 2 minuti arriva a 100 km/h….qual’è l’accellerazione??
    SCRIVETE ANCHE I CALCOLI.
    gigi se sei in cerca di punti facili non li troverai certo qui….a tutti può capitare di dimenticarsi qualcosa come ad esempio la accento sulla tua e che non è una congiunzione ma un verbo, quindi prima di criticare gli altri guardati allo specchio CAPRA !!!!

  130. Angelo scrive:

    Un autobus percorre in 80 s i 1000 m che separano due fermate consecutive. Ipotizzando che:
    1) il moto sia rettilineo e composto di tre fasi, rispettivamente, unif. accelerato, uniforme ed unif. ritardato;
    2) che la velocità massima raggiunta sia di 72 km/h;
    3) che la decelerazione sia doppia dell’accelerazione, calcolare la durata e le distanze percorse nelle tre fasi!
    R: [t1=40s, t2=20s, t3=20s, d1=d2=400m, d3=200m]

  131. Alberto scrive:

    Per un volo di prova un razzo sperimentale viene lanciato da un pozzo con una catapulta. A livello del suolo, dove ha già una velocità di 80m/s, si accendono i motori che lo spingono fino ad un’altezza di 1000m con un’accelerazione di 4m/s^2. A quest’altezza il razzo si rompe ed il razzo prosegue con un’accelerazione di -9,8m/s^2. Determinare:
    a) Tempo di volo del razzo
    b) L’altezza massima raggiunta
    c) Velocità nell’istante precedente all’impatto con il suolo terrestre!
    Grazie mille x l’aiuto ;)

  132. Stefano scrive:

    In un tubo raggi catodici il pannello elettronico è soggetto all’accelerazione a=-Aw^2senwt i -Bw^2coswt j
    All’istante t=0 il pannello è nella posizione r0=B j con velocità v0=Aw i. Calcolare la traiettoria del pannello e determinare il raggio di curvatura dei punti P1(A,0) e P2(0,-B)

  133. Monica scrive:

    Qualcuno riuscirebbe a risolvere questo problema?

    http://img69.imageshack.us/i/es2u.gif

    Mi servirebbe anche lo svolgimento grazie ^^

  134. Greta scrive:

    Un’automobile si muove per il 78% di un certo percorso alla velocità v1= 58.0 km/h, e per il restante tratto alla velocità v2=17 km/h. Calcolare la velocità media v dell’automobile nell’interno viaggio.
    Grazie in anticipo a chi saprà aiutarmi ;)
    PS Grazie ad Antonio L, se potessi ti voterei ma sono solo al primo livello

  135. Alex scrive:

    Domani ho un compito di fisica, ma non mi riesce questo tipo di esercizi:un ragazzo lancia un sasso giu da un dirupo alto 200 mcon un inclinazione di 60° rispetto al piano in cui si trova ed un’accelerazione iniziale (V0) uguale a 60 m/s…calcolare: 1)la gittata 2)l’altezza del punto più alto ke raggiunge il sasso 3)il tempo che ci impiega il sasso per arrivare a terra 4)la velocità nel punto + alto
    il problema è ke proprio non sò da dove partire… non è ke lo potresti fare per darmi il risultato? almeno guardo se va bene…

  136. Beatrice scrive:

    Due treni partono istantaneamente da due posizioni differenti in versi opposti, alla distanza di 2100 metri. Sapendo che la velocità del primo treno è uguale a 30 m/s e la velocità dell’altro è 15 m/s, calcola dove si incontrano, lo spazio percorso e il tempo impiegato per incontrarsi. Aiutooo sono un attimo in difficoltà!

  137. Paola scrive:

    Durante un incontro di baseball una palla colpita dalla mazza del giocatore viaggia verso l’alto in direzione verticale. Uno spettatore osserva che la palla impiega 3 secondi per raggiungere la massima altezza. Calcolare la velocità iniziale della palla e la massima altezza raggiunta. GRAZIE ;)

  138. Beatrice scrive:

    supponete che uno dei cannoni di napoleone fosse in grado di fornire al proiettile una velocità iniziale pari a 60 m/s. A quale angolo l’artificiere avrebbe dovuto puntare il cannone x colpire un bersaglio a 320m di distanza?
    lo so nn è facile se ci riuscite fatemi sapere…grazie…..

  139. Gabriele scrive:

    Come si fa ad eliminare la dipendenza temporale rispetto a 2 moti: 1 rett. uniforme e l’altro uniformemente accelerato. Mi serve trovare la distanza e per farlo devo eliminare il mio t*.
    Ho un sistema con 2 equazioni

  140. Noemi scrive:

    io prendendo appunti di fisica ho scritto legge oraria: s=s(t). Che vuol dire questa formula in parole molto semplici? non voglio spiegata la legge oraria ma solo cosa rappresentano le due s, e la t

  141. Salvatore scrive:

    Un’ auto viaggia alla velocità costante di 130 k/s. Quanto tempo impiega a percorrere 6 km?
    IL RISULTATO E’ : 3,6 MINUTI . Mi fate vede come si fa a risolverlo????
    HO SBAGLIATO! 130 SONO KM/H

  142. Stefania scrive:

    una bicicleta che viaggia a 180 km/h ha le ruote di diametro pari a 64 cm a) determinare la velocià angolare delle ruote b) la bicicletta viene fatta fermare con decelerazione costante in 5 giri delle ruote. si calcoli l’accelerazione delle ruote c) di quanto avanza la bicicletta durante la frenata??

    grazie in anticipo a chi mi aiuta ;)

  143. Greta scrive:

    Due fermate di metropolitana distano 1100 m. Se un convoglio da fermo accelera a +1.2m/s^2 nella prima metà del tragitto e quindi decelera a -1.2 m/s^2 nella seconda metà, quali sono A) il tempo impiegato e B) la velocità massima?
    Come si risolve questo problema? Vi prego ho bisogno di aiuto! 10 punti assicurati al migliore!

  144. Claudio scrive:

    un disco di massa m è lanciato lungo un piano orizzontale con velocità iniziale v0= 10 m/s . ud è il coefficiente d’attrito dinamico del piano orizzontale. Il disco prima di fermarsi percorre 10 m.
    Quanto vale ud?
    Dopo quanto tempo dal lancio la velocità del disco è 1/8 di quella iniziale???

    Mi sto perdendo nei numeri… ho calcolato
    accelerazione e tempo ( -10m/s^2 e 1 s)
    la formula della forza di attrito è
    Fatt= k *m*g dove k è il mio ud… solo che mi manca la massa… come faccio a trovarlo???

  145. Gabriele scrive:

    Anna e lucia abitano a 15 km di distanza su strada,decidono di incontrarsi e partono dalle rispettive case in bicicletta,anna parte alle 16:18 e tiene una velocità di 20 kmh, lucia parte da casa alle 16:24 e tiene una velocità di 25 kmh.determinare a)a che ora si incontrano;b) in quale posizione rispetto alla casa di anna.

    moto rettilineo uniforme quindi velocità costante, molto semplice ma non riesco a impostare il ragionamento giusto, ho calcolato il tempo che impiegherebbero a percorrere 15 km….. sono bloccata qua. mi aiutate a capire? grazie mille ….
    grazie!!! sei stato molto chiaro!

  146. Filippo scrive:

    Una palla è tirata con una inclinazione di
    30° ed atterra ad una distanza orizzontale di 20
    m sul tetto di una costruzione alta 5 m. La
    velocità iniziale della palla è di circa
    (A) 7.6 m/s (B) 15 m/s (C) 9.8 m/s (D) 32 m/s (E) 20 m/s
    Come mai il moto orizz. rimane invariato?

  147. Paolo scrive:

    Qual è l’equazione oraria di un oggetto che ha un moto con accelerazione non uniforme?

    Secondo voi come si risolve il problema:
    Un oggetto viene scagliato dall’ alto e tocca il suolo dopo una settimana (quindi “g” non è costante).
    Da che altezza è stato lanciato?
    si ma parecchio lontano dalla Terra un corpo mica ha un’accelerazione pari a g=9.81m/s^2.
    cmq so che il problema è risolvibile con metodi più o meno elementari addirittura applicando la terza legge di keplero

  148. Alex scrive:

    una boccia di 160g raggiunge la base di un piano inclinato di 15° con una velocità di 15m/s. Che distanza percorrerà sul piano inclinato prima di fermarsi? A che altezza dal suolo si fermer? Quale sarà la sua energia potenziale in quel punto? Che energia cinetica possedeva alla base del piano inclinato?

  149. Arianna scrive:

    Un proiettile viene sparato da un’altezza h = 11, 3m rispetto al suolo, con velocit`a
    iniziale v01 = 17, 3m/s e con un’inclinazione rispetto al suolo α = 45◦ verso l’alto. Con-
    temporaneamente, dal suolo e in un punto distante L = 15m dalla verticale passante per la
    posizione del primo proiettile, viene sparato verso l’alto un secondo proiettile. Calcolare:
    La velocita` iniziale che deve possedere il secondo proiettile per colpire il primo

    Potreste spiegarmi tutti i passaggi? Grazie!
    .

  150. Claudio scrive:

    Uno scafo da corsa che si muove a 30 m/s si avvicina ad una boa di segnalazione a 100 m più avanti.Il pilota rallenta lo scafo con accelerazione costante di -3,50 m/s^2, riducendo il gas.(a)Quanto ci mette lo scafo per raggiungere la boa? (b) Qual’è la velocità dell’imbarcazione quando raggiunge la boa?

    Mi interessa conoscere lo svolgimento per intero fino al risultato del problema che è (a) 4,53 s (b) 14,1 m/s.Io l’ho svolto ma c’è qualcosa che mi sfugge per cui non riesco ad ottenere il risultato atteso..uff..sarà un pò di stanchezza..da questa mattina sui libri..:(

    Grazie mille!!
    Io l’ho svolto proprio così come lo hai svolto tu ma non ho riscontro con i risultati..

  151. Alberto scrive:

    Un punto si muove di moto rettilineo uniformemente accelerato passando da una velocità iniziale v1= 30 km/H a velocità finale v2=40 km/h percorrendo 3000 m . Calcolare il tempo impiegato
    che vuol dire 2As e 2s?
    Scusa l’insistenza ma devo dividere per 2S perchè le velocità sono due giusto?? E il segno “^” per cosa sta?? grazie mille e scusa ancora

Leave a Reply